Dove mangiare

L’offerta enogastronomica materana e ampia e di buon livello ovunque, spesso motivo di visita al di là delle bellezze storiche e artistiche del posto.

Difficilmente troverete un posto nel quale si mangia male, ma forniamo comunque questa piccola guida redatta secondo i nostri gusti, per un primo orientamento riguardo la sterminata offerta della città, divisa grossolanamente per fasce di spesa. Ci piacerebbe scriverla insieme, se avete visitato uno di questi posti o desiderate segnalarcene altri, contattateci.

Consigliamo di prenotare con un certo anticipo in alta stagione. 

[Foto della pagina da Tripadvisor.it]

STREET FOOD

vizi angeli

I materani non sono mai di corsa, ciò nonostante il cibo da strada incontra da sempre il favore dei consumatori. Non raramente quindi panifici e bar offrono tavolini presi d’assalto dagli avventori per un tempo ben superiore a quello necessario al consumo del cibo acquistato. Se siete in preda ai morsi della fame, o se volete cenare o pranzare senza spendere cifre da capogiro, consigliamo di acquistare una buona focaccia in uno dei panifici di Matera. In alternativa è possibile mangiare un panzerotto, il migliore dei quali è certamente prodotto dal Bar Sottozero, vera istituzione cittadina in materia di pasta fritta ripiena. Si può mangiare la migliore “puccia” (una sorta di panino fatto con pasta di pizza e farcita con prodotti locali) della città da Quattro Quarti (via Ascanio Persio, 25). Sono anche numerose le pizzerie che offrono pizza al taglio: vi consigliamo quelli un po’ più lontani dal centro: ad esempio la pizzeria “Altra Pizza” (via Pentasuglia, 39) nei pressi della Villa Comunale. Se è invece tempo per un buon gelato, i migliori sono della gelateria “I vizi degli angeli” (via Ridola, 36) noto per i suoi gusti elaborati e fantasiosi, e la più tradizionale gelateria “L’orchidea” in via Roma.

In tutti questi casi una buona cena (o pranzo sostitutivo) non vi costerà più di 4-5 euro a testa, bevanda inclusa.

PIZZERIE

oi mari

Se la pizza al taglio è un pasto troppo frugale e desiderate invece gustare una pizza al tavolo, le pizzerie a Matera non mancano di certo. Generalmente la pizza è a pasta sottile e croccante. Alcuni dei ristoranti sotto indicati servono anche pizza (La talpa, Stone, La Pignata, Paolangelo). A questi aggiungiamo la Pizzeria il Moro (vico IV Cappelluti, 2), storico ristorante materano ora esclusivamente pizzeria, con fresco e ampio dehors esterno e, appena fuori città, nel Borgo La Martella costruito in occasione dello spopolamento dei Sassi negli anni 50-60, il Poeta Contadino (piazza della Concordia, Villaggio ecopolis). Se invece preferite la pizza napoletana, questo locale fa al caso vostro: Oi Mari (via Fiorentini, 66), nel cuore dei Sassi.

Spenderete dai 10 ai 15 euro a testa.

RISTORANTI E TRATTORIE TURISTICHE

padella alla brace

Ristoranti turistici ma dal buon rapporto qualità/prezzo sono: Dalla padella alla brace (via Ridola, 71) e le poco distanti Trattoria Paolangelo (Via Duni, 14) e Trattoria La Pignata (via Duni, 16/20), tutti e tre nei pressi del Museo di Palazzo Lanfranchi.

Il conto sarà di circa 15-20 euro a testa.

RISTORANTI DI QUALITA’

botteghe

Alcuni ristoranti di qualità sono nei Sassi. Tra i molti degni di una visita, consigliamo la Trattoria del Caveoso (via B. Buozzi, 21), il Ristorante 900 (via S. Stefano 21) all’imbocco del Sasso Barisano, il Ristorante le Botteghe (piazzetta San Pietro Barisano, 22) specializzato in carni alla brace, La Talpa (via Fiorentini, 167) con la sua gradevole corte esterna, e infine lo Stone (via San Biagio, 23) con il suo arredo eccentrico che coniuga tradizione e contemporaneità.

La spesa sarà di circa 20-30 euro a testa.

RISTORAZIONE DI ECCELLENZA

abbondanza

Per una serata particolare e indimenticabile nel segno del sapore ricercato ed elaborato, consigliamo Dimora Ulmo (Via Pennino, 28), un nuovo ristorante gourmet dalla scuola di Massimo Bottura, l’Osteria Pico (via Fiorentini, 42) sempre nei Sassi, e se siete stanchi dei sapori di terra il Ristorante Alle Fornaci (Piazza Firrao, 7) nei pressi della villa comunale, dove gusterete il miglior pesce della città. In questi casi il conto è un po’ più alto della media, ma la qualità delle preparazioni, la ricercatezza delle materie prime e il servizio, giustificano ampiamente il prezzo. Spesso i gestori di questi locali vengono invitati a mostrare le loro ricette in note trasmissioni televisive che si occupano di enogastronomia.

Mettete in conto di spendere oltre 40 euro a testa.

[<— Cosa Mangiare] [Dintorni —>]